In Primo Piano

La genesi della filosofia moderna e delle scienze naturali: la negazione del mitocosmo religioso tradizionale

La riduzione naturalistica di ogni ente, del mondo e dell’uomo, è iniziata con un processo che si è definito fin dai primi decenni del XVI secolo. Col progressivo passaggio dalla scienza sacra della Natura alla scienza naturale, attraverso la tappa intermedia della filosofia naturale, si è affermata una concezione della Natura che non ha più niente a che fare con l’uomo, nella quale i rapporti di corrispondenza, di simpatia e i reciproci influssi fra il microcosmo e il macrocosmo vengono negati. L’anima dell’uomo non è più strettamente relata all’Anima della Natura, perché si considera che la Natura non abbia anima, ma sia solo un insieme di cose materiali, che hanno un loro moto meccanico indipendente e autonomo, retto da leggi di tipo matematico che regolano l’intero meccanismo. La moderna scienza della Natura si afferma nel XVII secolo e nel corso di soli due secoli cancella ogni residua presenza, nell’ambito generale della scienza e nella mentalità collettiva, della visione sacra del mitocosmo religioso tradizionale. Abbandonato ogni interesse per l’approfondimento della conoscenza delle cause e delle essenze dei fenomeni, il razionalismo seicentesco ha poi portato al meccanicismo e alla successiva negazione della possibilità di conoscere la realtà metafisica, che si sviluppa nel Settecento fino a Kant. Questo processo riduzionistico ha portato con sé anche la negazione dell’esistenza dell’intelletto sovrarazionale e perciò anche l’abbandono della possibilità di accesso alla vera scienza, la quale può essere solo dell’universale. Continua …

Salvs • Tutti gli Articoli

Reincarnazione: volgarizzazione, errori e fraintendimenti

Dopo aver trattato brevemente dell’illusione del nascere e del morire, esaminiamo alcuni errori connessi alla concezione della “reincarnazione”, errori che derivano da un fraintendimento della prospettiva metafisica della metempsicosi e della met ...

Sull’illusione del nascere e del morire

Uno dei fenomeni più caratteristici della confusione che regna ormai in tutti i domini, e della radicalizzazione dell’illusione a cui le ultime anime sono soggette, è la preoccupazione per ciò che viene definito comunemente “morte”. Sempre più ...

Counseling: l’illusione della relazione di aiuto

Nel corso dello svolgimento dell’ultima fase della catabasi dell’umanità si manifestano una serie di fenomeni che sono il frutto del degrado e della disgregazione terminale delle civiltà religiose tradizionali. Il susseguirsi di eventi è in accor ...

La profanazione della medicina e le sue conseguenze nefaste

L’uomo è vissuto per molti millenni in un contesto religioso, integrato nel suo popolo e nella civiltà sacra da esso costituita. Solamente da quattro-cinque secoli in Occidente e da uno-due secoli in Oriente, è stato avviato un processo di sradic ...

L’erronea concezione della salute nella Naturopatia

La naturopatia costituisce una delle diverse false medicine contemporanee, la cui natura è completamente irregolare. Una delle sue dottrine è basata sulla presunta visione olistica dell’uomo da cui deriva una ...

La liberazione dalla natura titanica è la vera Salute

La medicina  tradizionale di tipo pitagorico-platonico è una medicina iniziatica, che ha la funzione di condurre il soggetto essenziale alla sua completa riattualizzazione, ovvero alla sua salute, equivalente alla realizzazione ...

Gli inganni dell’olismo e lo sviamento dalla Salute

È molto diffuso oramai nell’ambito delle pseudomedicine alternative e specialmente nei piani neospiritualistici delle pseudomedicine naturali e della naturopatia, presentare istituti, scuole e corsi fondati su una “visione olistica ...

La concezione tradizionale della Salute

La medicina tradizionale è una scienza divina e un’arte sacra costituita dagli Dei, nel suo cuore è posta la Sapienza Divina, la conoscenza metafisica integrale della Realtà, la quale include ...

Pseudomedicine e falso olismo

L’olismo non può essere adeguatamente fondato se non si ha una conoscenza metafisica  integrale della Realtà e dell’Uomo, ma questa conoscenza è inesistente nell’ambito della naturopatia, basta esaminare la letteratura ...

La vera temperanza e la vera salute

Platone dice giustamente che, in tutte le cose relative al piacere e al dolore, a differenza degli uomini stolti, il filosofo, ossia colui il quale percorre veramente la via della ...

La Salute e le sue falsificazioni

È possibile conseguire la salute se non si sa cosa sia? Non è possibile. A causa dell’ignoranza della natura della salute l’uomo tende verso illusori obiettivi, erroneamente scambiati per salute. Oggi, al punto terminale della catabasi della medi ...

Orientamenti Bibliografici

Attività in corso

Formazione Filosofica

Pubblicazioni

Orientamento generale alla Filosofia Medica

1. Indicazioni personalizzate sulle modalità di accesso alle attività filosofiche  Gli insegnamenti sulla Filosofia Medica non hanno un carattere eruditivo esteriore, ma, in accordo alla tradizione, richiedono un’adesione operativa e, ...

L'accesso alle Scuole richiede una preparazione a priori, per praticare efficacemente la filosofia e perseguire la Salute. L’Avviamento alla Filosofia Salutare proposto dall'Associazione prepara l'animo dell'aspirante in modo adeguato. In assenza dell’animo convertito tutte le pratiche filosofiche sono vane e persino pericolose. La filosofia non va confusa con pratiche sentimentali e consolatorie di tipo psicologico, né con pratiche volte a generare il “benessere” dell’individuo, ma riguarda la liberazione dell’anima dalla natura titanica e da ogni grado di soggezione al male, attraverso una disciplina di conoscenza che coinvolge tutto l’uomo e ogni aspetto della sua condotta esistenziale.

Notiziario


leggi tutto…

L’Associazione IGEA opera senza fini di lucro e si sostiene con le quote associative e con le libere offerte e donazioni per il sostegno dell’opera dell’Associazione. La partecipazione alle attività di orientamento e formazione protreptica, così come la partecipazione alle Scuole è riservata ai Soci regolarmente tesserati per l'anno in corso, ma non richiede il versamento di alcuna quota supplettiva. L’Associazione Igea non è un ente commerciale, né ricerca profitto dalla conduzione degli uomini alla Salute. Chi impartisce gli insegnamenti non riceve compensi per quanto svolge, in accordo alla natura filosofica tradizionale dell’istituzione. Ogni partecipante se vorrà potrà fare offerte e donativi per sostenere la Scuola e favorire la continuità della tradizione nel tempo.